Prorogate, per ora, le prestazioni aggiuntive per gli infermieri e tecnici di radiologia

Con l’articolo 4 della legge 3 agosto 2007, n. 120 “Disposizioni in materia di attività libero-professionale intramuraria e altre norme in materia sanitaria”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 181 del 6 agosto 2007 c’ è stato il differimento del termine per le prestazioni aggiuntive da parte degli infermieri e dei tecnici sanitari di radiologia medica. L’articolo in questione recita:
“1. Al fine di consentire la continuità del ricorso alle prestazioni aggiuntive degli infermieri e dei tecnici sanitari di radiologia medica, nel rispetto delle disposizioni recate in materia di contenimento delle spese di personale degli enti del Servizio sanitario nazionale dai provvedimenti di finanza pubblica, il termine del 31 maggio 2007, previsto dall’articolo 1, comma 2, del decreto-legge 28 dicembre 2006, n. 300, convertito, con modificazioni, dalla legge 26 febbraio 2007, n. 17, e` differito fino alla definizione della disciplina di tali prestazioni aggiuntive nell’ambito del contratto collettivo nazionale di comparto 2006-2009 e non oltre la data di entrata in vigore del contratto medesimo.2. La definizione da parte del contratto collettivo nazionale di comparto delle prestazioni aggiuntive di cui al comma 1 non deve comportare effetti di maggiori oneri sul livello di finanziamento del contratto collettivo nazionale di comparto medesimo, quantificato secondo i criteri ed i parametri previsti per tutto il pubblico impiego.3. Sono fatti salvi i contratti per le prestazioni di cui al comma 1, eventualmente posti in essere per il periodo dal 1° giugno 2007 alla data di entrata in vigore della presente legge, purche´ compatibili con il vincolo di cui al comma 1.”
Ricordiamo che le prestazioni aggiuntive erano state introdotte da un decreto, convertito poi nella c.d Legge Sirchia (legge n.1/2002) sulla emergenza infermieristica, già dal novembre 2001 e prorogate di anno in anno. Inizialmente avrebbero dovuto cessare al 31 maggio 2007.
Questo intervento, però, non pare affronti alla radice il problema rinviandolo al contratto che, senza oneri aggiuntivi, non potrà risolvere questo scottante e delicato problema per tutte le organizzazioni sanitarie.

Lauree Facili per gli Infermieri?

LAUREE FACILI PER GLI INFERMIERI? Dopo i “velenosi” editoriali di Pirani su Repubblica, arriva anche la giornalista A.M.Sersale sul Messaggero del 19 maggio. Nel suo articolo “Dottori con 3 esami negli Atenei della Laurea Facile” vengono fatte alcune affermazioni sul percorso formativo degli studenti in Infermieristica, confondendo la riconversione dei titoli con il percorso di laurea triennale, tanto che il 22 maggio è intervenuto il Sottosegretario Patta a chiarire la posizione del Ministero della Salute e a tutelare l’immagine dei professionisti sanitari (e quindi anche di noi Infermieri) e, successivamente, anche il MIUR. Ma facciamo poi così tanta paura? LEGGI L’ARTICOLO E LE PRECISAZIONI DEL SOTTOSEGRETARIO ON. PATTA E DEL MIURNOTIZIA RIPRESA DAL SITO IPASVI di Ancona

Polemica Pirani e FN IPASVI

Polemica Pirani e FN IPASVI Aprile/Maggio 2007 :Mario Pirani, nella sua rubrica “linea di confine” su Repubblica, pubblica una serie di articoli nei quali espone una serie di osservazioni sulla sanità e sugli infermieri.  I titoli degli articoli sono significativi dei loro contenuti (23/4/07-Todos caballeros negli ospedali italiani30/4/07Chi porterà la padella fra tanti dott e prof?, 07/05/2007Le 22 “professioni” del caos sanitario)Gli interventi, dal carattere diffamatorio per la professione, suscitano molte reazioni, compresa quella della Federazione Nazionale che emette un comunicato stampa da pubblicare su Repubblica che viene censurato dalla Direzione del quotidiano e che determina la pubblicazione di una lettera aperta il 9 maggio sul Corriere della Sera. Pirani risponde sempre su repubblica il 17 maggio 2007, ammorbidendo i toni dei suoi interventi e facendo retromarcia su di alcuni punti.  Alleghiamo anche alcuni tra i numerosi commenti: la lettera aperta di Gennaro Rocco, vicepresidente della FN IPASVI, il commento di una collega di Udine  e del Presidente dell’Ordine dei Medici di Roma, significativi delle modalità di lettura di quanto scritto da Pirani.

Giornata Internazionale dell’ Infermiere

Caro/a  amico/a,

come ogni anno il 12 maggio si festeggia la giornata internazionale dell’Infermiere. Quest’anno l’Ordine degli Infermieri della Provincia di Como, in collaborazione con diverse associazioni, ha deciso di avviare diverse iniziative finalizzate a promuovere tra la popolazione l’immagine e il ruolo dell’infermiere.

Per queste ragioni il Consiglio Direttivo dell’Ordine ha deciso di riproporre il concorso fotografico dal titolo significativo “L’apertura delle frontiere … gli infermieri in Europa , il cui scopo è di far conoscere e promuovere, attraverso l’arte fotografica, la storia, i gesti e il senso dell’assistenza infermieristica in Europa (vedi regolamento allegato).

Il Concorso, aperto a tutti gli iscritti, prevede l’esposizione al pubblico delle foto pervenute e la premiazione dei vincitori nell’ambito della manifestazione organizzata in Piazza Cavour il giorno 12 maggio 2007 a partire dalle ore 14.00 circa. La premiazione avverrà alle ore 21.00 e  le foto resteranno esposte per l’intero mese di maggio presso il centro “ Cardinal Ferrari”.

Durante questa giornata tutti gli infermieri sono invitati a partecipare alla gestione dello stand, dove saranno disponibili depliant informativi sulle funzioni e ruolo dell’infermiere, un televisore che trasmette le immagini fornite dalla Federazione Centrale, il “Patto Infermiere cittadino”, il “Codice Deontologico”, le nostre iniziative, copie della nostra rivista “Agorà”.

Ti chiediamo, se lo riterrai opportuno, di distribuire/esporre il depliant di cui sopra nella giornata del 12 maggio, in particolare agli utenti che accedono alle prestazioni ambulatoriali. Ci sembra un’occasione importante da utilizzare per diffondere una maggiore conoscenza del mondo infermieristico.

Vi attendiamo numerosi Sabato 12 maggio 2007:

nel pomeriggio, dalle ore 14,00 nella gestione e visita degli stand

dalle ore 19,00 alle 20,00 circa, ci sarà un intrattenimento musicale offerto dalla Simpaty Band”;

a seguire, concerto dei SEMISUITE (ex SULUTUMANA)

Presentazione Semisuite 

Storia Semisuite

 

Galleria fotografica Semisuite

immagine1

immagine2

immagine3

 

Il Presidente e il Consiglio Direttivo

Ordine degli Infermieri Provincia di Como

 

Decreto L.vo 66/2003: deroghe per i lavoratori della Sanita’ previste in finanziaria

7 gennaio 2008: La finanziaria 2008 è ricca di sorprese. In particolare nell’articolo 3, comma 85 si prevede: “All’articolo 17 del decreto legislativo 8 aprile 2003 n. 66, è aggiunto, in fine, il seguente comma:
“6-bis. Le disposizioni di cui all’articolo 7 non si applicano al personale del ruolo sanitario del Sevizio Sanitario Nazionale, per il quale si fa riferimento alle vigenti disposizioni contrattuali in materia di orario di lavoro, nel rispetto dei principi generali della protezione della sicurezza e della salute dei lavoratori”.

Ricordiamo che l’articolo 7, riguarda il riposo giornaliero e prevede che “il lavoratore ha diritto a undici ore di riposo consecutivo ogni ventiquattro ore. Il riposo giornaliero deve essere fruito in modo consecutivo fatte salve le attività caratterizzate da periodi di lavoro frazionati durante la giornata”.

Va segnalata la dura presa di posizione della CISL che ha dichiarato la volontà di impugnare tale decisione ritenendola illegittima (per la non concertazione prevista dall’art.17 del D.L.vo 66) oltre che dannosa per i lavoratori dipendenti.