Modifica temporanea orari di apertura sede

Si avvisa che dal 14 al 25 settembre 2020  gli orari di apertura al pubblico saranno i seguenti:

da lunedì a venerdì 8.30/12.00

Ricordiamo che è possibile accedere agli uffici dell’Ordine SOLO su appuntamento, previo contatto telefonico al numero 031/300218.

L’accesso agli uffici è consentito con mascherina chirurgica. All’ingresso degli uffici verrà rilevata la temperatura attraverso l’utilizzo di termoscanner.

La sede OPI si è trasferita nella nuova sede a COMO VIA OLTRECOLLE,73 complesso “COMO ALTA

Quota iscrizione anno 2020

Si ricorda che la quota di iscrizione per l’anno 2020 , trasmessa in pec e posta prioritaria (ai soli iscritti che non hanno ancora attivato  la pec), è scaduta il 28 febbraio 2020.

L’avviso di pagamento può essere scaricato anche dalla sezione intranet del portale Fnopi http://albo.fnopi.it/Intranet/Login.aspx?ReturnUrl=%2fintranet%2fdefault.aspx ,previa registrazione.

Il pagamento dovrà avvenire unicamente utilizzando l’avviso di pagamento pagoPa.

Per qualsiasi dubbio o richiesta di informazioni a riguardo contattare la Segreteria dell’Ordine ( tel. 031/300218) negli orari di apertura –  da lunedì a venerdì 8.30/12.00 14.00/16.30.

Pec OBBLIGATORIA per tutti i professionisti iscritti all’albo

Ricordiamo a tutti i professionisti iscritti ad OPI Como che non hanno ancora attivato la pec, di provvedere al più presto all’attivazione, in quanto  il D.L. 16 luglio 2020 n. 76, cd Decreto Semplificazioni,  ha apportato importanti modifiche alla legge 28/01/2009 n. 2 che ha introdotto l’obbligatorietà della PEC per i professionisti iscritti all’albo.

Alla luce della nuova normativa, ogni professionista iscritto all’albo che non comunicherà all’Ordine la propria pec, ovvero richieda l’attivazione della pec  fornita gratuitamente da OPI Como (link al modulo),  riceverà, con raccomandata a.r. diffida  ad adempiere entro e non oltre il termine di trenta giorni decorrenti dal ricevimento della stessa.

In caso di mancata ottemperanza alla diffida, l’Ordine dovrà comminare la sanzione della sospensione del professionista inadempiente dal relativo albo fino all’avvenuta comunicazione del domicilio digitale.

Si chiede pertanto la massima collaborazione al fine di evitare l’attivazione di tale procedura che, non solo si ripercuoterebbe  negativamente sull’iscritto che, con la  sanzione disciplinare  della sospensione dall’albo si vedrebbe costretto ad interrompere l’attività lavorativa, ma anche sull’Ordine che dovrà impegnare ulteriori risorse umane ed economiche per dar corso a tale adempimento obbligatorio .

La segreteria dell’Ordine è a completa disposizione per qualsiasi ulteriore informazione.